Domande e dubbi?

Scrivete al nostro esperto che vi saprà consigliare e rispondere per una cura secondo natura.

Domanda

buongiorno , sono di torino ed ho visto che avete alcuni prodotti che possono fare al caso mio es .EOS Omega Fish il mio problema è il seguente e dalle ultime analisi del sangue risultano fuori valore la GLICEMIA BASALE 107 mg/dl (60,0-100,0) GAMMAGLUTAMILTRANSPEPTIDASI 59 U/l ALANINA AMINO T. (ALT) 54 U/l TRIGLICERIDEMIA 224 mg/dl COLESTEROLO HDL 39 mg/dl COLESTEROLEMIA TOTALE 260 mg/dl volevo sapere se tale prodotto puo aitare ad far rientrare alcuni valori e quali consigli ritenete utile indicarmi . cordiali saluti

Risposta dell'esperto

Gentile Davide,

l'integratore più indicato per regolare colesterolo, trigliceridi che può incidere favorevolmente anche sul suo lieve eccesso glicemico, è Lipokolin5.

Lipokolin 5 è un integratore alimentare a base di Riso rosso fermentato, Coenzima Q10, Olivo, Resveratrolo e Niacina:

Riso rosso fermentato: è un prodotto alimentare ottenuto dalla fermentazione del comune riso da cucina (Oryza sativa), ad opera di un particolare lievito, il Monascus purpureus o lievito rosso , micete produttore di sostanze statinosimili, le monacoline, di cui la più rappresentata è la monacolina K, che riproduce la struttura chimica e l’azione farmacologica della lovastatina. Numerosi studine hanno evidenziato una buona attività nel ridurre il colesterolo LDL e normalizzare i livelli di colesterolemia totale e trigliceridemia; sembra inoltre ridurre il rischio cardiovascolare.
Purtroppo negli ultimi anni la tendenza è stata quella somministrare la Monacolina K  a dosaggi molto elevati 10mg, dosaggio che assunto in una volta  può mettere a dura prova il lavoro del fegato. Lipokolin5 apporta 5 mg per cpr di Monacolina K, apporto efficace per un buoni risultati.

Coenzima Q10 o ubichinone: è una complessa molecola antiossidante che si può trovare nella maggior parte delle fonti alimentari (carne, pesce, olio di pesce, uova, frattaglie, fagioli, spinaci, oli vegetali, germe di grano, etc.) che è tuttavia estremamente termolabile e con la cottura dei cibi che la contengono viene completamente distrutta.  Inoltre con l’avanzare dell’età la sintesi endogena del Coenzima Q10 diminuisce spontaneamente.
Poichè il tessuto cardiaco contiene più Coenzima Q10 di ogni altro nel nostro corpo, una qualsiasi carenza di Q10 può ripercuotersi negativamente proprio su questo fondamentale organo. 
L'ubichinone ha mostrato da studi un sostanziale miglioramento della bioenergetica cellulare del muscolo cardiaco; è un antiossidante, inibisce l'ossidazione delle LDL e quindi la progressione dell'aterosclerosi. Ha la capacità di ridurre le citochine proinfiammatorie e di diminuire la viscosità del sangue, aspetto fondamentale  nei pazienti con insufficienza cardiaca e malattie coronariche. Migliora  riperfusione di rivascolarizzazione coronarica (post-infarto).
Le applicazioni terapeutiche del Coenzima Q10 comprendono dunque la prevenzione delle patologie cardiovascolari, il trattamento dell'insufficenza cardiaca cronica  ma anche l’immunodepressione, alcune patologie periodontali o mitocondriali ), il diabete, ed in generale, tutte le possibili degenerazioni conseguenti alla formazione dei radicali liberi.

Olea Europea: Glucoside amaro utile per il metabolismo dei carboidrati e dei lipidi, a cui vengono riconosciute  attività antiossidanti, antinfiammatorie, anti-aterogeniche, ma anche antiipertensive,  spasmolitiche vasodilatatrici. Esso è utile inoltre per contrastare l`insorgenza della sindrome metabolica e dell`obesità .

Resveratrolo (Da Polygonum  Cuspidatum):
Il resveratrolo è una fitoalessina presente in diverse specie botaniche: soprattutto nella buccia dell’acino d’uva e in una pianta lacustre, il Polygonum cuspidatum, ma lo troviamo anche in altri alimenti come i frutti di bosco (mirtilli, more eccetera), frutta secca (arachidi, pistacchi e così via); da cui viene estratta e commercializzata per finalità salutistiche. Esso esercita significativi effetti antiossidanti, antiaging, cardioprotettivi ed antinfiammatori. Studi recenti hanno anche evidenziato effetti favorevoli nella sindrome metabolica .
La riduzione dei trigliceridi plasmatici e l’aumento dell’ossidazione muscolare degli acidi grassi, confermerebbe l’ipotesi di una aumentata lipolisi periferica; parallelamente esso ha indotto un miglioramento significativo di diversi markers plasmatici di rischio metabolico per lo sviluppo di diabete; stimolazione della lipolisi; una riduzione delle citochine proinfiammatorie.
Esso ha dimostrato degli importanti effetti cardioprotettivi in pazienti dopo infarto miocardiaco.

Niacina (PP o B3): vitamina idrosolubile con effetti sul metabolismo lipidico, protettiva da malattie cardiovascolari, attenua l'infiammazione vascolare indotta da una dieta ricca di grassi.

Cordiali Saluti