Domande e dubbi?

Scrivete al nostro esperto che vi saprà consigliare e rispondere per una cura secondo natura.

Domanda

La mia bimba di 15 mesi ha(ormai da 3 mesi) una "macchia" sotto il mento che a detta della pediatra sembrerebbe dermatite da "sfregamento". La macchia si presenta molto rossa,a volte trasuda o sanguina (anche perchè la bimba sente prurito e si gratta irritandola ulteriormente),in questi mesi si è estesa molto(dalle dimensioni di un puntino è divenuta grossa come una noce!) e pur avendo provato Citrizan,tintura di violetto,ossido di zinco etc. non vediamo miglioramenti. Volevo porre 2 domande: se la pasta all'ossido di eos ha una % più alta delle solite creme all'ossido e quindi potrebbe essere più indicata e se potrebbe andar bene il burro di karitè40 o l'altro (pur non capendo la differenza).se invece a qualche altro prezioso consiglio a riguardo la ringrazio.Francesca

Risposta dell'esperto

 Francesca: tenga d'occhio l'andamento di questa macchia. Lei ha già provato con una pasta all'ossido di zinco, senza risultato a quanto mi dice, quindi le sconsiglierei di continuare. La suggerisco di lavarle collo  e mento esclusivamente con Amido di riso cannoli ( un cucchiaio sciolto in poca acqua); di applicare poi Burro di Karitè (almeno un paio di volte). Se vede miglioramento dopo una settimana, alterni a Burro Eos aloedermogel (per favorire la rigenerazione cutanea).
Se non trova beneficio, mi riscriva.
Differenza tra Burro di Karitè e Burro di Karitè 40
I Burri Vegetali hanno una frazione denominata "insaponificabile" che ne rappresenta la parte più stabile ed attiva. Normalmente il Burro di Karitè, a seconda della provenienza, dell'annata e della lavorazione, contiene insaponificabile da un 7% ad un 18% circa. Eos Burro di karitè 100ml è titolato al 15%; Eos Burro di Karitè 40 è titolato al 40% e tale concentrazione è stata resa possibile da una serie di successive concentrazioni effettuate sul prodotto base. Quale quindi i vantaggi?
Il 40, esplica azione protettiva più efficace ( possiamo paragonarla al curativo) e svolge (media) azione filtrante le radiazioni laddove non è possibile usare filtri solari