Domande o dubbi?

Se hai qualche questito sulla cura e l'igiene personale, scrivi gratuitamente anche tu al nostro esperto.

SCRIVI ALL'ESPERTO
Domanda

Buona sera Dot ho scoperto che sono intollerante al nichel da pochi .mesi e non posso mangiar niente ..ma oltre a questa intolleranza anche ai farmaci di cui la moxocillina e antiffiamatorio e cortisoni e anche alla TOGOBETAINA L7 . Vorrei sapere come passo alimentarmi di preciso per non danneggiare il corpo e che prodotti da usare sia alimentare che per liguene della persona e tipo di tintura per capelli da usare .. Perche la mia alleegia si manifesta per tutto il corpo con grandi macchie rosse con prurito e fuoco interno microcircolo sulla cute di cui mi a dannagiato i capelli si sono spezzati e sfibrati … lei .mi puo dare vonsigli piu specifichi come fare in tutto ..sono nel ansia in qualsiasi cosa sia nel cibo che per ligiene … adesso prendo solo anristaminico RUPAFIN 10 mg ma niente di ché. Vorrei un consiglio migliore grazie mille

Risposta

Buongiorno,

l'allergia al nichel è tra le più difficili da controllare perchè questo elemento è presente un po'ovunque. Di solito i primi sintomi sono quelli della dermatite da contatto che compare dopo aver toccato parti metalliche di orologi,braccialetti, occhiali, cellulari, maniglie, forbici, pentole e orecchini che è necessario sostituire con materiali diversi (es: pentole di alluminio o ceramica smaltata). Attenzione anche ai prodotti cosmetici che si utilizzano per la cura del corpo e del viso: i cosmetici di Eos Secondo Natura hanno un contenuto di Nichel inferiore a 0,1ppm. e sono sicuri anche in presenza di soggetti allergici al nichel.

Nella maggior parte dei casi l'allergia la nichel non dipende dall'assunzione degli alimenti ma per esserne sicuri bisognerebbe, almeno per 4-6 settimane, eliminare dalla dieta i cibi a maggior contenuto di nichel come cavoli, spinaci, arachidi, carote, pomodori, ostriche, fichi, cipolle, asparag, farina di grano intero, liquirizia, pere, funghi, mais, lattuga, piselli,fagioli, lenticchie, mandorle, thè, aragosta, margarina, cacao e cioccolato, avocado, mirtilli, albicocche, avena, grano saraceno, noci e nocciole, broccoli, patate, lievito in polvere, ma anche alimenti cotti o conservanti in recipienti di metallo (ad eccezione dell’alluminio). Se questa dieta apporta benefici all'allergia le consiglio di parlarne con il suo medico per valutare un possibile trattamento specifico.

Può consumare con una certa tranquillità finocchi, melanzane, zucchine, peperoni, cetrioli, carne di qualunque tipo, pesce ad eccezione di mitili, platessa e crostacei e riso.

Far scorrere l'acqua del rubinetto per un po' prima di utilizzarla per eliminare eventuali tracce di nichel presente nelle tubature.

a disposizione

cordiali saluti

Unisciti alla nostra community

Vuoi rimanere informato sugli approfondimenti e novità di EOS Secondo Natura?
Entra a far parte della nostra filosofia.